Gli stili di arredamento più di tendenza nel 2021

Compravendite di immobili: la differenza tra consulenza e servizio di intermediazione immobiliare.
Maggio 5, 2021

Quanti stili di arredamento esistono? E quali sono quelli più in voga nel momento attuale? Conoscere gli stili arredo casa di tendenza nel 2021 può essere estremamente utile per chiunque sia alle prese con una casa nuova o con la ristrutturazione o il restyling di quella dove già abita.

L’impatto del Covid-19 sugli stili di arredamento

Accanto ad alcune tendenze che sono oramai diventate un evergreen della nostra epoca, come lo stile minimal o quello scandinavo, per occuparsi dei tipi di arredamento più scelti nelle case degli italiani e non solo, è necessario partire dall’avvenimento che ha stravolto le nostre vite già a partire dal 2020 è cioè la pandemia da Covid-19.

Questo, tra le altre cose, ha portato una spinta verso comfort e multifunzionalità, innanzitutto riguardo una necessità che mai come ora ha preso piede e cioè quella di spazio domestico da poter dedicare all’attività lavorativa o scolastica, per smart working o didattica a distanza.

Una tendenza che ha a che fare anche col bisogno di fare attività fisica in casa, anche se non si possiedono ambienti da dedicare esclusivamente all’allestimento di una palestra privata.

Ricavare spazi nei sottoscala, negli open space tra soggiorno e cucina o anche in camera da letto, sono state le scelte più diffuse.

Per arredare questi ambienti con lo scopo della multifunzionalità e del benessere, bisogna tenere conto di elementi più concreti come la luce naturale e le problematiche acustiche. Ma anche la scelta di colori e stili può fare la differenza, per ottenere il pieno soddisfacimento dei propri desideri.

Lo stile arredo casa Jungalow e l’arredamento terapeutico

Per tutti i motivi appena descritti, ma non solo, lo stile jungalow si è fatto largo tra le preferenze nei tipi di arredamento.

Piante dal sapore tropicale, reali o presenti su carte da parati, tessili, elementi decorativi, unite ad elementi etnici, bohemian e urban-chic sono il cuore di questo stile.

Portare un tocco di verde nelle proprie case, a causa degli impedimenti sulle possibilità di uscita, è stato un desiderio sempre più diffuso.

Senza contare che i materiali naturali e i colori più tipici di questo stile sono un ottimo alleato contro lo stress, in un momento in cui l’interesse verso l’arredamento cosiddetto “terapeutico” è in forte crescita.

Di nuovo un’attenzione al benessere, che spiega anche la preferenza verso colori caldi e che richiamino la terra, il cielo, la natura.

La sensibilità verso le tematiche ambientali e quindi un occhio verso la durabilità e la sostenibilità dei materiali è perfettamente in linea con questa impostazione stilistica, che si è dimostrata un’attraente e colorata alternativa per chi si è stufato delle uniformità e dei colori neutri degli stili più moderni e futuristici.

Tuttavia, in questo periodo, le scelte nette e forzate non sono necessarie: per molte case, infatti, la scelta sui tipi di arredamento ricade sempre più spesso su un modello ibrido, capace di mixare e di sorprendere.

I tipi di arredamento ibridi ed eclettici

L’impatto della pandemia si è unito infatti alla sensibilità verso le tematiche ambientali, con un occhio alla durabilità e alla sostenibilità dei materiali, agevolando un trend che era già partito da qualche tempo in tema di stili arredo casa e cioè lo stile ibrido o eclettico, capace di contaminare tra loro non solo le scelte estetiche, ma le epoche storiche.

Il rinnovato interesse per i mercatini dell’usato e dell’antiquariato, dove trovare pezzi unici e dal sapore vintage e contemporaneamente sostenere il riuso a discapito dell’acquisto di nuovi oggetti, è solo uno degli elementi del successo di questo tipo di arredamento, che può avere diverse sfumature.

Non basta infatti mischiare mobili nuovi e vecchi per ottenere un risultato soddisfacente. L’equilibrio dell’insieme è come sempre il segreto di ogni stile arredo casa davvero di successo, con carattere e personalità.

Anche nel caso di uno stile ibrido infatti, ci si può dirigere verso impostazioni più minimal: un contesto neutro e pulito, può anzi far risaltare al meglio gli inserimenti a contrasto, valorizzandoli e dando loro il giusto risalto.

Sempre nella stessa ottica eclettica, poi, si possono costruire atmosfere dal carattere più industrial o invece più lezioso o glamour. Insomma, largo spazio alla fantasia e alla creatività di ognuno.

Stai cercando una casa dove poter finalmente dare libero sfogo al tuo gusto in fatto di arredamento, oppure devi vendere il tuo immobile? Contattami!