Demolire una vecchia casa e ricostruire una nuova abitazione in legno: i pro e i contro

Mercato immobiliare: perché un buon affare non si giudica soltanto dal prezzo
Ottobre 1, 2021
La tua casa da raccontare
Novembre 12, 2021

Nel corso della ricerca di una casa, vuoi per il panorama, vuoi per la posizione perfetta in relazione alle proprie esigenze. può capitare di innamorarsi non tanto di un edificio in sé, quanto del contesto in cui si trova.

Se l’immobile situato nella giusta posizione è però molto datato o non risponde esattamente ai propri bisogni abitativi, il più delle volte la soluzione è rappresentata da un progetto di ristrutturazione.

Se parliamo di case indipendenti, può capitare che siano talmente compromessi da rendere più conveniente la demolizione e la conseguente ricostruzione ex-novo.

In questo caso bisognerà valutare attentamente la convenienza, le reali possibilità di sfruttare i bonus fiscali e i molti vincoli che le demolizioni presentano.

Ultimamente, chi prende in considerazione questa possibilità, si trova spesso a valutare soluzioni alternative rispetto a quelle tradizionalmente più diffuse nel nostro Paese, rimanendo pur sempre all’interno dei vari regolamenti edilizi.

In particolare, il sogno di una casa in legno si sta diffondendo sempre di più.

Come tutto ciò che diventa anche moda del momento, si tratta di un’idea sostenuta da molte ragioni valide ma anche da molte ragioni che, dopo un’analisi più attenta, potrebbero rendere il progetto del tutto inadatto ai propri bisogni. Vediamo insieme quali sono gli elementi principali da considerare.

Costruire una casa in legno: vantaggi e svantaggi

Iniziamo a sgombrare il campo dai dubbi relativi alla burocrazia e alle regole sull’edificabilità. Alcuni, forse confusi dall’idea che il legno conferisca alla costruzione caratteristiche di maggiore “mobilità” rispetto al cemento e ai mattoni, potrebbero pensare che l’autorizzazione per costruire una casa in legno sia più facile da ottenere o che si possa, in qualche modo, aggirare quanto viene stabilito dai piani regolatori.

Tutto questo non corrisponde alla realtà. I criteri e le regole sono esattamente gli stessi per case di legno, case di cemento o di mattoni: è necessario avere titoli edificatori in regola e rispettare tutti gli iter previsti dalla legge.

I vantaggi di costruire un’abitazione in legno sono quindi di altra natura. 

Costruendo in legno, il costo di edificazione per metro quadrato è più basso? 

Dipende.

Esistono tanti fattori che vanno al di là del semplice costo delle pareti e che incidono sul costo finale di realizzazione di un immobile, a partire da tutto il contorno: serramenti, impianti, pavimenti, rifiniture ecc..

Una cosa è vera però: i tempi di realizzazione di una casa in legno, a parità di altri fattori, sono più contenuti e questo non può che incidere sul bilancio finale.

Esistono diverse tecniche di costruzione (in particolare il sistema Blockhaus, a telaio, X-Lam) e il costo andrà quindi valutato anche in base a quella che si sceglie. Sicuramente però, utilizzare in tutto o in parte moduli prefabbricati da assemblare sul posto, semplificherà le cose e abbasserà le spese.

Il legno presenta eccellenti caratteristiche di flessibilità e adattabilità, proprio per le peculiarità intrinseche del materiale stesso. 

Vantaggi che vanno incontro a dei limiti, se parliamo di strutture prefabbricate: o meglio, le aziende saranno probabilmente in grado di eseguire le personalizzazioni richieste, ma bisogna tenere presente che, in questo caso, la differenza di costi e tempi di realizzazione rispetto alla costruzione tradizionale, si assottiglierà. 

Costruire un’abitazione in legno presenta anche vantaggi in termini di sostenibilità e di risparmio energetico. Il legno è infatti un materiale naturale che presenta, tra le altre cose, ottime qualità di isolamento termico, garantendo elevati standard di comfort abitativo sia in inverno sia in estate.

Il cantiere stesso avrà probabilmente un impatto ambientale più ridotto rispetto a uno tradizionale. 

Le case in legno presentano inoltre ottime caratteristiche di resistenza antisismica e – al contrario di quello che si potrebbe pensare – anti ignifuga.

Tutto questo però va confrontato con i progressi dal punto di vista degli efficientamenti energetici e di sicurezza degli edifici costruiti in muratura o calcestruzzo che negli ultimi tempi, anche grazie a tutti gli incentivi, stanno avanzando sempre più.

Anche in questo campo, insomma, non bisogna farsi prendere dall’entusiasmo e dalle mode del momento, ma soppesare attentamente i pro e i contro, valutando le proprie esigenze specifiche e il proprio budget e affidandosi a professionisti seri, esperti e competenti.

Solo in questo modo si potrà fare la scelta migliore e raggiungere davvero l’obiettivo di realizzare la casa dei propri sogni!